Da tempo cercavamo di capire come avremmo desiderato che fosse un’Associazione Sportiva,

ma più di ogni altra cosa come avremmo desiderato che fossero i suoi appartenenti.

In effetti, avendo già vissuto differenti realtà associative, ci chiedevamo:

come vorremmo che fossero i nostri compagni di squadra, i nostri compagni di allenamento, le persone con cui avremmo desiderato vivere un’avventura così straordinaria? Con chi vorremmo condividere la comune passione per lo sport, ma secondo un’accezione molto più ampia, di quello che risulta essere il seppur complesso gesto atletico o il singolo risultato sportivo?

Persone ricche dentro, ricche di desiderio di condividere, ricche di voglia di fare assieme,

ricche di voglia di aiutare un compagno ad uscire da difficoltà, ricche di energia.

Ecco, ricche di energia positiva da mettere anche a disposizione degli altri.

E fu così che, nell’estate del 2005 durante un viaggio nell’isola di Maui e venendo a conoscenza del loro meraviglioso linguaggio, cercai di capire se mai ci potesse essere stato un nome in quella bellissima lingua che potesse riassumere ciò che era nella mia testa…….

…..Kino Mana!!!!!! Semplice.

Kino: il corpo fisico la cui etimologia indica una forma di pensiero altamente organizzata. Secondo la tradizione Huna il corpo fisico è una materializzazione del pensiero del nostro Sé superiore, naturalmente sottoposto a continue modificazioni generate dagli atteggiamenti e dalle abitudini di Lono (Mente Conscia) e Ku (subconscio).

Mana: la potenza spirituale e divina, contemporaneamente l’insieme di potenza, autorità/fiducia ed energia. Uno sciamano Huna usa Mana in tutto quello che fa, soprattutto nell’essere tramite di processi di guarigione: il suo potere è dato dall’usare l’energia dirigendola con intento inflessibile, grande fiducia, autorità e capacità Kino Mana: la forza spirituale e divina che è nel nostro corpo, che è dentro di noi. Una forza spirituale che è nel nostro corpo, che è dentro di noi ma che deve essere messa anche a disposizione degli altri.

Ecco avevamo trovato ciò che cercavamo. Non ci rimaneva che trovare una simbologia che potesse esprimere questo concetto. Anche in questo caso la fortuna ci ha fatto incontrare Daya, una signora grafica di professione, grande cultrice del linguaggio hawaiiano.

Finalmente tutto era pronto. Dopo aver condiviso l’idea siamo partiti con entusiasmo per questa nuova avventura.

Tanta strada abbiamo fatto e ora dopo alcuni anni ci ritroviamo in questa nuova dimensione, con 4 sezioni, una Club House e tantissimi amici. Speriamo con il cuore che ognuno di noi, ogni tanto, rilegga queste righe e si chieda se sia davvero un atleta Kino Mana.